SERVIZI CARITAS SARDEGNA

Servizio

PROMOZIONE CARITAS

Il Servizio Promozione Caritas si occupa di sostenere le Caritas diocesane della Sardegna nel loro compito di promozione e rafforzamento della testimonianza della carità. Per tale ragione i destinatari privilegiati della propria azione sono i Coordinamenti Unitari Promozione Caritas, che operano in ciascuna Caritas diocesana e che vedono coinvolti: i direttori Caritas, i referenti dei Centri di ascolto, i referenti degli Osservatori delle Povertà e delle Risorse e i referenti dei Laboratori di promozione e accompagnamento delle Caritas parrocchiali. Gli stessi soggetti, a livello regionale, costituiscono il Coordinamento unitario regionale promozione Caritas.

Il Servizio Promozione Caritas pone al centro delle proprie attività l’organizzazione delle iniziative riguardanti le aree:

Formazione: in particolare dei “formatori”, degli “operatori dei Centri di ascolto”, degli “operatori degli Osservatori delle Povertà e delle Risorse”, degli “operatori dei Laboratori di promozione e accompagnamento delle Caritas parrocchiali”, ed anche dei volontari che operano negli altri “servizi segno”;

Animazione e Comunicazione : promuovendo direttamente, o a sostegno dell’azione propria delle Caritas diocesane, iniziative di sensibilizzazione e coinvolgimento della comunità ecclesiale e di quella civile in ordine alla testimonianza della carità, anche attraverso la produzione di strumenti informativi e sussidi.

Studi e ricerche: sulla scorta di quanto tracciato dall’art. 3 dello Statuto della Caritas Italiana, la Delegazione regionale Caritas della Sardegna si propone, anche in collaborazione con altri organismi, di «realizzare studi e ricerche sui bisogni per aiutare a scoprirne le cause, per preparare piani di intervento sia curativo che preventivo, nel quadro della programmazione pastorale unitaria, e per stimolare l’azione delle istituzioni civili ed una adeguata legislazione».

Per realizzare i propri obiettivi, il Servizio Promozione Caritas cura il lavoro del “Coordinamento Unitario Regionale Promozione Caritas”, con incontri periodici (di coprogettazione, monitoraggio e verifica) a carattere regionale.

PROMOZIONE CARITAS
Referente: Diacono Franco Deiana
(promozionecaritas@caritassardegna.it)

Servizio
PROMOZIONE MONDIALITÀ

Il Servizio Promozione Mondialità si occupa di promuovere una progettualità unitaria delle Caritas diocesane della Sardegna nell’ambito dell’educazione alla pace e alla mondialità, sostenendo la crescita e la formazione degli operatori circa le dinamiche internazionali, le povertà presenti in varie parti del mondo e i temi ad esse connessi: la globalizzazione; i conflitti dimenticati; la giustizia, la pace e la riconciliazione; il debito estero dei paesi più poveri, gli stili di vita e la cooperazione internazionale; i forum sociali mondiali e gli obiettivi di sviluppo planetari, le migrazioni internazionali, l’interculturalità, ecc. Per tale ragione i destinatari privilegiati della propria azione sono i Gruppi Diocesani di Educazione alla pace e alla Mondialità (GDEM), che operano in ciascuna Caritas diocesana. A livello regionale i referenti di tali gruppi costituiscono il Gruppo Regionale di Educazione alla pace e alla Mondialità (GREM).

Coerentemente a tali linee di azione, il Servizio Promozione Mondialità, individuando come ambiti prioritari del proprio servizio la solidarietà internazionale, la tutela dei diritti e l’attività di educazione alla pace e alla mondialità, si pone i seguenti obiettivi:

Per realizzare i propri obiettivi il Servizio Promozione Mondialità cura e coordina il lavoro del GREM, con incontri periodici di coprogettazione, monitoraggio e verifica, oltreché favorire occasioni seminariali a carattere formativo.

SERVIZIO PROMOZIONE MONDIALITA’
Referente: don Marco Lai
(promozionemondalita@caritassardegna.it)

Servizio
PROMOZIONE UMANA

Il Servizio Promozione Umana si occupa di promuovere una progettualità unitaria delle Caritas diocesane della Sardegna nell’ambito della promozione integrale della persona, attraverso l’avvio e la cura delle “opere segno” (luoghi di accoglienza, ascolto, osservazione e relazione con i poveri, che siano esempi di prossimità e animazione per la comunità); l’attenzione per i servizi socio-pastorali e le politiche sociali; l’attenzione alle vecchie e nuove povertà; la cura e l’accompagnamento formativo e spirituale delle risorse umane impegnate nei progetti di prossimità, fra cui i giovani volontari in servizio civile; l’attenzione alle emergenze a livello nazionale, curando il coordinamento degli interventi sia nella fase immediata di riabilitazione sia nel campo dell’accompagnamento socio-pastorale.

In coerenza con tali linee di azione, il Servizio Promozione Umana pone al centro delle proprie attività l’organizzazione delle iniziative riguardanti le seguenti aree:

Solidarietà sociale ed emergenze: con una particolare attenzione riguardo al servizio offerto attraverso le “opere segno” (Centri di ascolto, mense, ostelli, dormitori, sportelli, strutture di pronta accoglienza, ecc.), anche attraverso l’implementazione di progetti sperimentali (ad esempio nel settore dell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate). In quest’ambito rientra anche l’attenzione alle emergenze a livello nazionale;

Sostegno economico, Microcredito e Antiusura: nel promuovere una progettualità unitaria delle Caritas diocesane nel rispondere a particolari bisogni personali e/o familiari associati all’uso del denaro;

Carcere: nel proporre un lavoro unitario delle Caritas diocesane riguardo al servizio in favore dei detenuti (fuori e dentro le strutture detentive) e con un’attenzione alle problematiche del mondo carcerario, anche attraverso delle iniziative a carattere seminariale e formativo;

Immigrati, rifugiati e richiedenti asilo: con un’attenzione specifica al servizio offerto in favore dei migranti, in particolare di quanti giungono dai Paesi in via di sviluppo, hanno richiesto uno status di protezione internazionale o divengono vittime del fenomeno della tratta di esseri umani;

Servizio civile: nel promuovere il valore dell’obiezione di coscienza all’uso delle armi e la cultura della nonviolenza, coordinando i progetti presentati dalle Caritas diocesane della Sardegna nell’ambito del Servizio Civile Nazionale (legge 6 marzo 2001, n. 64), del Servizio Civile Regionale (legge regionale 17 ottobre 2007, n. 10) e dei progetti 8 per mille della CEI promossi dalla Caritas Italiana. In tale compito il Servizio Promozione Umana si avvale del lavoro svolto dal Nucleo Regionale Servizio Civile (NRSC), guidato da un referente regionale e di cui fanno parte i referenti del Servizio civile di ciascuna Caritas diocesana.

Politiche Sociali: nel promuovere un’azione di advocacy unitaria delle Caritas diocesane, a tutela dei poveri, nel confronto con le istituzioni a livello regionale. In particolare nell’effettuare un monitoraggio continuo circa l’efficienza, l’efficacia e l’adeguatezza delle misure intraprese per il contrasto delle povertà (vecchie e nuove) e, allo stesso tempo, propore nelle sedi preposte degli strumenti “a misura” dei poveri e a beneficio del welfare nel suo complesso.

SERVIZIO PROMOZIONE UMANA
Referente: don Giorgio Cabras
(promozioneumana@caritassardegna.it)