Laboratori di promozione e accompagnamento delle Caritas parrocchiali

Laboratorio di promozione Caritas

I Laboratori di promozione e accompagnamento delle Caritas parrocchiali sono dei gruppi di lavoro stabile, composti da persone con competenze diverse, promossi e coordinati dalle Caritas diocesane, che operano attraverso un progetto di promozione e accompagnamento della testimonianza comunitaria della carità nelle parrocchie.

Essi realizzano la finalità di animare e sostenere la maturazione di stili di testimonianza comunitaria della carità nelle parrocchie attraverso l’avvio, la crescita, la formazione, la progettazione, la verifica e l’accompagnamento delle Caritas parrocchiali. Attraverso queste azioni i Laboratori possono promuovere, anche nelle parrocchie più piccole e/o periferiche, esperienze sostenibili di pastorale della carità.
Dato che l’attività di animazione è una funzione propria di tutta la Caritas diocesana, il Laboratorio, di livello diocesano, è chiamato ad assumere e integrare tutte le azioni e le attenzioni specifiche riguardo:

  • a tre destinatari: poveri, chiesa, territorio/mondo;
  • ai tre ambiti: promozione umana, promozione Caritas, promozione mondialità;
  • al metodo di lavoro sistematico della Caritas: ascoltare, osservare, discernere per animare.

Il Laboratorio diventa così lo strumento nel quale confluiscono varie risorse, attenzioni e metodo, per promuove la Caritas nelle parrocchie in modo unitario. Per questo è importante che il gruppo di lavoro del Laboratorio sia saldamente inserito nella progettualità della Caritas diocesana, sia presieduto dal direttore della Caritas diocesana e coordinato da una persona incaricata e formata ad hoc. La composizione e la numerosità del gruppo di lavoro variano in relazione all’articolazione territoriale e alla dimensione della diocesi.

L’attività del Laboratorio si sviluppa su due distinte progettualità:

  • al suo interno: progettazione, elaborazione, auto-formazione, ecc;
  • al suo esterno: attività rivolte verso il territorio, per costruire e mantenere relazioni con i destinatari sopramenzionati.

Non va dimenticato che la cura delle relazioni è insieme finalità e metodo di lavoro per la realizzazione dei compiti del Laboratorio.

(tratto da “Osservare per animare. Guida per l’osservazione e l’animazione della comunità cristiana e del territorio”)


Per ulteriori informazioni
Dott. Mirko Casu

Referente del Servizio Promozione Caritas
Share