PRESENTATA STAMATTINA LA 52MA MARCIA DELLA PACE CHE SI SVOLGERA’ A CAGLIARI, IL PROSSIMO 31 DICEMBRE

Presentata stamattina nel Seminario arcivescovile di Cagliari, la 52ma Marcia nazionale per la pace, che quest’anno sarà ospitata dalla Diocesi di Cagliari, il prossimo 31 dicembre, promossa dal movimento cattolico internazionale Pax Christi, dalla Caritas nazionale, dall’Ufficio per i Problemi sociali e del lavoro della CEI e dall’Azione Cattolica Italiana, in collaborazione con il Comitato promotore della Marcia della pace in Sardegna e il Centro di servizio per il volontariato Sardegna Solidale.

A introdurre i lavori della conferenza stampa, mons. Arrigo Miglio, amministratore diocesano, che ha posto l’accento sulla tempistica e sul tema dell’evento. «La Marcia – ha detto – si inserisce in un momento di avvicendamento nella guida della Diocesi, in cui quest’ultima diventa ancora più protagonista. È la comunità che deve farsi carico della pace, il primo obiettivo è avere una comunità sensibile al tema». Proprio su quest’ultimo ha spiegato: «in attesa di conoscere il tema ufficiale abbiamo già le indicazioni del Magistero del Papa: il tema della pace non può essere settoriale, ma deve diventare sempre più globale, non solo dal punto di vista geografico, ma perché comprensivo di diversi aspetti: vita, lavoro, giovani, creato, futuro. Tutti aspetti che riguardano da vicino la nostra regione e la nostra Diocesi. Sarà importante la partecipazione di tutte le comunità ecclesiali della Sardegna: la Marcia sarà un’occasione affinché esse crescano nella cultura della pace nella sua totalità».

Valore aggiunto, come sottolineato dal Vicario generale della Diocesi e referente della segreteria organizzativa, mons. Franco Puddu, sarà la fusione della Marcia nazionale con quella regionale, giunta quest’anno alla 33ma edizione. Tra gli interventi, anche quello di don Angelo Pittau, promotore e animatore della Marcia regionale. «Questa Marcia – ha detto – sarà un’occasione per aprirci all’Italia e al mondo. Viviamo un momento di rancore e paura: abbiamo bisogno soprattutto di bene comune e fraternità. La capacità di metterci insieme è importante per testimoniare non solo il tema della pace, ma anche per riflettere sul nostro territorio, trovando le risposte ai bisogni nella nostra regione, a iniziare dall’attenzione verso il lavoro, soprattutto quello agricolo e il ritorno alla terra».

Fondamentale sarà il coinvolgimento del mondo del volontariato. «La presenza delle varie associazioni – ha spiegato Giampiero Farru, presidente del CSV Sardegna Solidale – contribuirà a diffondere la sfida della pace come valore che il volontariato trova insito nella sua identità. Un valore strettamente correlato alla carità, ma anche al lavoro e al servizio che molti volontari credenti e non, praticano quotidianamente. Occorre portare questa sfida nelle nostre comunità e far sì che i giovani possano diffonderla nelle scuole».

Come tutte le edizioni della Marcia nazionale, anche questa sarà dedicata a un’opera-segno locale: quest’anno si è scelto di destinare i proventi che saranno raccolti in occasione dell’iniziativa al progetto “Elen Joy”, opera per le vittime della tratta, portata avanti dalle suore Figlie della carità San Vincenzo de’ Paoli. Forniti stamattina anche i dettagli logistici: il raduno è previsto alle ore 17 in piazza San Michele, dove ci saranno i saluti del comitato promotore e delle autorità. Alle 18 la partenza della Marcia, con diverse tappe nei luoghi simbolo di tanti eventi della città di Cagliari, con gli interventi del dott. Franco Manca, don Luigi Ciotti, mons. Filippo Santoro, mons. Luigi Bettazzi e altre testimonianze. L’arrivo al piazzale di Bonaria è previsto alle 21.40, alle 22 la celebrazione eucaristica nella Basilica presieduta da mons. Miglio e trasmessa in diretta da TV2000; a seguire, un piccolo rinfresco di Capodanno

Nel momento in cui scriviamo è stata pubblicata la notizia che domani, giovedì 12 dicembre 2019, alle 11.30 nella sala Stampa della Santa Sede, avrà luogo la conferenza stampa per la presentazione del Messaggio per la 53esima giornata mondiale della Pace, che si celebra il 1 gennaio 2020, ciò che avviene dal 1968.

Per tutte le informazioni: facebook: Marcia della Pace Cagliari; www.chiesadicagliari.it; www.lavoro.chiesacattolica.it

(a cura di Maria Chiara Cugusi)

 

Share