Il nuovo direttore della Caritas Italiana

Don Francesco Soddu è il nuovo direttore della Caritas Italiana

don francesco direttore caritas italiana

“Quando contattato, in vista della successione all’incarico di direttore di Caritas Italiana, mi chiesero cosa pensassi dell’incarico che mi veniva offerto, risposi che da quando sono sacerdote non ho mai disobbedito ai superiori. Con questo spirito di timore, ma anche di abbandono e di fiducia inizio questa nuova avventura sentendomi, come Abramo, sradicato dalla mia amata terra-diocesi per continuare il servizio di ministro in altro posto ma sempre nell’unica amata Chiesa di Cristo”. Sono queste le prime parole pronunciate da mons. Francesco Soddu, all’indomani della nomina a direttore della Caritas Italiana da parte del Consiglio permanente della Conferenza Episcopale Italiana.

Don Soddu prende le redini di questo organismo pastorale (voluto dai Vescovi italiani e che proprio lo scorso anno ha compiuto 40 anni) a seguito della scadenza del secondo mandato da parte di mons. Vittorio Nozza, originario della diocesi di Bergamo e scelto dalla CEI nel gennaio del 2001. Lungo tale decennio (don Nozza operava dapprima in Caritas Italiana come responsabile dell’area formazione), la Caritas Italiana ha attraversato una fase di profondo riassetto organizzativo interno e il non secondario trasferimento dalla storica sede di viale Baldelli (situata in prossimità della Basilica di San Paolo fuori le mura) alla più moderna struttura di viale Aurelia, non molto distante dagli uffici della CEI. Fra i molti tratti distintivi della direzione di don Nozza vi è senza dubbio il tentativo di porre al centro la prevalente funzione pedagogica della Caritas (richiamata fin dal primo articolo del suo statuto), il suo essere “lievito” nella testimonianza ecclesiale della carità, senza rimanere “schiacciati” dall’aspetto meramente assistenziale e gestionale delle opere. Tutto ciò a fronte di un intenso sviluppo progettuale e di iniziative concrete su tutto il territorio nazionale, oltre che in diverse occasioni internazionali.

È nel solco tracciato in questo decennio che dovrà inserirsi il servizio pastorale di don Francesco Soddu, forte della sua esperienza maturata in Caritas sia a livello diocesano (in qualità di direttore della Caritas diocesana di Sassari, dal 2005) sia a livello regionale (come referente del Gruppo regionale di educazione alla mondialità della Delegazione regionale Caritas Sardegna). “L’ufficio di direttore della Caritas diocesana affidatomi nel 2005 – ha dichiarato don Soddu subito dopo la nomina della CEI – ha comportato un ampliamento di orizzonte per la mia vocazione e ministero sacerdotale […]. I poveri sono stati coloro che hanno illuminato ogni passo di questo percorso, essi hanno orientato ogni nostro pensiero guidandolo nella giusta dimensione evangelica a servizio della Chiesa e della società […]. In questi anni – ha proseguito don Francesco Soddu – si è lavorato molto per la formazione di tutti, particolarmente per i giovani, sia in ambito parrocchiale sia in ambito scolastico […]. I diversi progetti diocesani portati avanti sono tutti collegati dal filo rosso dell’animazione, che con la prevalente funzione pedagogica è anche l’anima dell’azione propria della Caritas”.

La Chiesa italiana è grata per il servizio svolto da don Vittorio Nozza in questo decennio ed augura a don Francesco Soddu un proficuo impegno pastorale. È l’augurio fatto proprio dalla Delegazione regionale Caritas della Sardegna, che di don Francesco serba la stima per il comune lavoro compiuto in questi ultimi sette anni.

 

Ascolta qui l’intervista di Radio Vaticana (in “RealPlayer”)

Leggi qui l’intervista a don Francesco Soddu del settimanale “Il Portico”

Share