Il 2 ottobre il Convegno interdiocesano “Giornata per la custodia del creato”

Il primo settembre si è celebrata in tutto il mondo la 14° Giornata mondiale “per la custodia del creato”. L’Ufficio della Pastorale sociale e del Lavoro della Diocesi Ales-Terralba, insieme alla Caritas diocesana di Ales-Terralba, alla Caritas diocesana di Oristano e al Centro Culturale d’Alta Formazione, ha raccolto l’invito di Papa Francesco a celebrare questo “tempo del creato”, organizzando un incontro di riflessione per il pomeriggio del 2 ottobre 2019, alle ore 17, nella sede del Centro Culturale di Alta Formazione a Villacidro (via Vittorio Emanuele n. 15 – ex Seminario).

Il Convegno interdiocesano “Giornata per la custodia del creato. Il tempo del creato” è realizzato in collaborazione con il CSV Sardegna Solidale, l’associazione per la difesa del creato di Guspini e il Progetto Comune di Villacidro per affrontare un tema di grande attualità: la difesa del pianeta ma anche del nostro territorio.

«Il Papa – afferma don Angelo Pittau, direttore dell’Ufficio della Pastorale sociale e del Lavoro della Diocesi di Ales-Terralba – ha mandato un messaggio invitando i fedeli cattolici di tutto il mondo a unirsi alle varie confessioni cristiane, agli ortodossi, ma anche a tutti gli uomini e donne di buona volontà chiamati a promuovere, nel contesto della crisi ecologica che stiamo vivendo e che riguarda ognuno di noi, la custodia della rete della vita di cui facciamo parte». «Dice, infatti, il Papa … “da oggi fino al 4 ottobre, festa di San Francesco d’Assisi, è un tempo favorevole alla lode di Dio per tutte le creature e all’assunzione di responsabilità di fronte al grido della terra”». E aggiunge don Pittau: «è necessaria una conversione ecologica secondo le prospettive dell’ecologia integrale che coinvolga, nel dialogo e nella pace tra le diverse fedi, culture, stati e continenti, l’umanità tutta. In particolare, è necessario che anche nel nostro territorio possiamo vivere sostenibilmente. Noi dobbiamo e possiamo con la coscientizzazione di tutti salvare la terra che abitiamo».
La Giornata avrà inizio alle 17 con i saluti delle autorità e l’intervento di apertura di mons. Roberto Carboni, arcivescovo di Oristano e amministratore apostolico di Ales-Terralba. Si proseguirà con la relazione sull’enciclica “Laudato si’” a cura di don Marco Statzu direttore della Caritas diocesana di Ales-Terralba. Seguiranno i contributi degli esperti del settore con la relazione di Maurizio Mulas, docente di coltivazioni arboree dell’Università di Sassari sul tema “Cambiamenti climatici: quali effetti in Sardegna, possibili attività di adattamento” ; di Guy d’Hallewin, direttore del Ispa-Cnr, che approfondirà il tema “biodiversità: tradizione e innovazione” e di Giampiero Farru, presidente del CSV Sardegna Solidale, che parlerà di “Progetti di responsabilità a Gergei e all’Asinara. La proposta di Casa Comune”. Infine, uno sguardo positivo al futuro con le testimonianze provenienti dal nostro territorio, la presentazione del concorso “Sulla Madre Terra”, promosso dalla Caritas diocesana di Oristano e le conclusioni di don Angelo Pittau.

 

Share