Cagliari, la Mensa della Caritas diocesana diventa self-service

Inaugurato questa mattina il self -service della Caritas diocesana di Cagliari. Un risultato ottenuto grazie al progetto ‘Abbattiamo la fame’, finalizzato a ridurre gli sprechi e a migliorare la qualità del servizio offerto, con una distribuzione dei pasti più rapida e la possibilità di scelta delle pietanze.

self - service

Il self service della Caritas diocesana (foto Stefano Anedda)

Un progetto che ha consentito, inoltre, lo sviluppo di «una cultura della solidarietà, sensibilizzando la società a farsi carico dei bisogni del prossimo», ha sottolineato don Marco Lai, direttore della Caritas diocesana. Inoltre, «il nuovo sistema permetterà un rapporto di maggiore prossimità con i volontari». Una conferma di una «carità che non deve essere improvvisata – ha sottolineato Mons. Arrigo Miglio, Arcivescovo di Cagliari e presidente della Caritas diocesana – ma organizzata, finalizzata ad aiutare a creare una cultura e una mentalità radicate».

Il progetto consente, dunque, una risposta concreta ai bisogni crescenti del territorio locale: «In questi ultimi mesi la domanda di bisogni primari è aumentata, e la Caritas diocesana ha risposto tempestivamente con una riorganizzazione dell’offerta – ha sottolineato Luigi Minerba, assessore alle politiche sociali del Comune di Cagliari -.  Da parte dell’amministrazione comunale c’è un’attenzione costante a questo tema: nelle prossime settimane cercheremo di trovare le risorse necessarie per ristrutturare l’immobile della Caritas diocesana. È un periodo difficile per le casse dell’amministrazione pubblica, e occorre rivedere le modalità di finanziamento a livello regionale, tenendo conto che Cagliari è una grossa realtà urbana, un polo importante di attrazione di povertà, a cui dà risposte importanti». Presente all’inaugurazione anche il presidente della commissione Politiche sociali, Fabrizio Rodin.

Share