Cagliari, la Caritas rafforza la colletta e l’impegno per le popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto

In seguito alla visita effettuata nell’ambito di un incontro promosso da Caritas Italiana con le Caritas diocesane dell’Umbria e delle regioni gemellate, tra cui la Sardegna, dal delegato regionale della Caritas Sardegna don Marco Lai, nei luoghi colpiti dal terremoto dello scorso 30 ottobre, Norcia, Spoleto e borghi vicini, la Diocesi di Cagliari sente fortemente l’urgenza di rilanciare e rafforzare la colletta diocesana destinata alle popolazioni colpite, su indicazione dell’Arcivescovo Mons. Arrigo Miglio, colletta indetta già dallo scorso agosto. Un’urgenza dettata dalla devastazione che ha colpito quei territori e quelle popolazioni, che si preparano ad affrontare i mesi più freddi in una situazione di estremo disagio e sofferenza.

La delegazione regionale Caritas Sardegna ha scelto di portare avanti un gemellaggio con la Diocesi di Spoleto-Norcia in memoria di Mons. Ottorino Pietro Alberti, che è stato impegnato per un lungo periodo nella sede ecclesiale umbra e vi è tuttora ricordato e stimato.

L’intervento della Chiesa Sarda, attraverso le Caritas diocesane dell’Isola, in sinergia con Caritas Italiana, sarà finalizzato a sostenere la costruzione di una struttura comunitaria anti-sismica intitolata a Mons. Ottorino Pietro Alberti per volontà della Diocesi di Spoleto-Norcia, destinata ad accogliere le persone durante il periodo della ricostruzione e anche nel periodo successivo, ad Avendita, frazione del Comune di Cascia  (a questo proposito, la Caritas diocesana chiede che, qualora si sia a conoscenza di qualche prefabbricato da donare gratuitamente, ne venga data notizia alla stessa Caritas).

Di fronte ai bisogni, oltre a sollecitare e intensificare l’adesione alla colletta diocesana, la Caritas chiede inoltre di verificare presso le realtà parrocchiali la presenza di volontari disposti a un’eventuale partenza verso le zone colpite; essi saranno destinatari di appositi percorsi di preparazione, per poi essere coinvolti in iniziative finalizzate alla creazione di centri d’ascolto e nell’animazione con i giovani nel prossimo periodo.

Per aderire alla colletta si possono versare le offerte sui conti della Caritas diocesana, specificando nella causale: “Colletta terremoto centro Italia”: Arcidiocesi di Cagliari – Caritas Diocesana: Banca Prossima IBAN IT70 Z033 5901 6001 0000 0070 158; Bancoposta – conto n° 001012088967 (per versamenti con bollettino postale) – IBAN IT87 Z076 0104 8000 0101 2088 967 (per versamenti con bonifico).

Per le comunicazioni, i contatti di riferimento della Caritas diocesana sono i seguenti: tel. 070/52843238; info@caritascagliari.it.

Share