Cagliari, dal 2 al 3 dicembre il Convegno “Prendi questa mano Zingara. Dalle politiche di emergenza ai percorsi di inclusione sociale”

Dal 2 al 4 dicembre 2021 si svolgerà il convegno “Prendi questa mano Zingara. Dalle politiche di emergenza ai percorsi di inclusione sociale”, organizzato dalla Caritas diocesana di Cagliari, con la collaborazione dell’Ufficio diocesano Migrantes, della Consulta diocesana degli organismi socio-assistenziali e delle associazioni di volontariato, e della Fondazione Anna Ruggiu.

Si tratterà di un’occasione di conoscenza, riflessione e informazione sulla presenza e sulla condizione delle comunità rom nella Diocesi di Cagliari e nel territorio regionale. L’iniziativa prevede diverse sessioni, ognuna dedicata a un tema specifico: la comunicazione oltre i pregiudizi, i diritti e l’identità giuridica di queste comunità, il loro accompagnamento pastorale, il ruolo della politica e delle amministrazioni locali nella promozione di percorsi di inclusione, la salute, la storia e la cultura delle stesse comunità.

Si partirà giovedì 2 dicembre alle ore 9 nell’aula magna del Seminario arcivescovile di Cagliari (via mons. Cogoni) con la sessione Comunicazione “Why ? La quinta domanda: saper comunicare il perché dei fatti oltre ogni pregiudizio”, coordinata dal presidente dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna Francesco Birocchi e introdotta dal direttore della Caritas diocesana don Marco Lai.

Dopo i saluti di mons. Giuseppe Baturi, arcivescovo di Cagliari, di Paolo Truzzu, sindaco di Cagliari, di Saltana Ahmetovic, rappresentante della Comunità rom di Cagliari, interverranno Umberto Palermo, funzionario UNAR (Ufficio nazionale anti-discriminazioni), Valerio Cataldi, Presidente associazione Carta di Roma, Giuseppe Giulietti, Federazione Nazionale Stampa Italiana.

A seguire, alle ore 11, si svolgerà la sessione giuridica “Tra regolarità e rispetto delle regole”, coordinata da Gianni Loy, presidente della Fondazione Anna Ruggiu, in cui interverranno Sanela Ibramovic, rappresentante della comunità rom della città metropolitana di Cagliari; Giangiacomo Pisotti ex presidente Sezione civile Corte d’appello Cagliari; Paola Piras docente di diritto amministrativo dell’Università di Cagliari, Fabrizio Selis, vice questore aggiunto dirigente Ufficio immigrazione della Questura di Cagliari, Roberto Cherchi, docente di diritto costituzionale dell’Università di Cagliari, Cristina Farci, responsabile del Servizio promozione e integrazione del Comune di Selargius. Le due sessioni prevedono il coinvolgimento degli ordini dei giornalisti e degli avvocati.

Nel pomeriggio alle 17 nell’aula magna del Seminario arcivescovile nell’ambito della sessione pastorale curata da padre Stefano Messina, direttore dell’Ufficio diocesano Migrantes e intitolata “Il Vangelo tra i Rom. Annunciare, testimoniare, condividere per un cammino sinodale”, dopo i saluti dell’arcivescovo mons. Giuseppe Baturi e di Majkon Sulejmanovic rappresentante comunità rom di Monserrato, interverranno don Emanuele Merlo dell’Arcidiocesi di Milano, suor Claudia Biondi della Caritas Ambrosiana, Antonello Nuvole che presenterà il libro “Il cammino dei Rom in Sardegna”. La sessione prevede il coinvolgimento di operatori pastorali, insegnanti di religione e catechisti.

Venerdì 3 dicembre alle ore 9 nell’aula magna del Seminario arcivescovile si svolgerà la sessione Sessione Politiche Sociali “Oltre il campo: Politiche europee e piani di azione regionali”, introdotta e coordinata dal direttore della Caritas diocesana don Marco Lai. Dopo i saluti dell’arcivescovo mons. Giuseppe Baturi, di Edoardo Tocco, Presidente del Consiglio Comunale di Cagliari, di Ignazio Boi Ufficio di Gabinetto Assessore del Lavoro della Regione Autonoma della Sardegna e di Sergio Ahmetovic rappresentante della Comunità rom di Selargius, interverranno: Umberto Palermo dell’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) sul tema “La strategia nazionale per l’inclusione della popolazione RSC”; Carlo Stasolla Consorzio Nova/ Associazione 21 Luglio

sul tema “Oltre il campo. Superare i campi rom in Italia: dalle sperimentazioni di ieri alle certezze di oggi”; Marco Sechi dell’Assessorato del Lavoro, formazione professionale, cooperazione e sicurezza sociale della Regione Autonoma della Sardegna; Anna Puddu P.A.R. Piani di Azione Regionali Caritas diocesana di Cagliari sul tema “Sistema di interventi pilota per la creazione di tavoli locali, al fine di favorire la partecipazione dei rom alla vita sociale, politica, economica e civica”.

Seguiranno i liberi interventi degli Enti locali coinvolti: Assessorato alle Politiche Sociali dei Comuni di Cagliari, Selargius, Sassari, Alghero, Olbia, Oristano, Monserrato, Carbonia, Iglesias, San Gavino M., SN. d’Arcidano, Pabillonis, Guspini, Villasor, Porto Torres.

Nel pomeriggio alle ore 17 nell’Aula magna del Seminario arcivescovile di Cagliari, si svolgerà la tavola rotonda “Il vescovo incontra le famiglie rom”, in cui i rappresentanti delle comunità rom dialogheranno con l’arcivescovo di Cagliari; coordinerà i lavori Francesco Birocchi, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna.

Sabato 4 dicembre alle ore 9 nella Sala convegni dell’Ordine dei medici della provincia di Cagliari (via dei Carroz, Cagliari) si svolgerà la sessione Area sanitaria “Prendersi cura della comunità Rom” coordinata da Giuseppe Frau, responsabile dell’ambulatorio polispecialistico della Caritas diocesana di Cagliari. Dopo i saluti del direttore della Caritas diocesana don Marco Lai e di Ratko Halilovic, rappresentante comunità rom di Cagliari, interverranno Silvana Tilocca, Responsabile del Servizio Prevenzione e promozione della salute ATS Sardegna, Progetto Nazionale Tavolo Salute; Salvatore Geraci ambulatorio Caritas Roma – Società italiana Medicina delle Migrazioni sul tema “Mettere a sistema l’esperienza: un percorso possibile”; Fulvia Motta Ambulatorio Caritas Roma – Società italiana Medicina delle Migrazioni sul tema “Con i Rom, per la Salute. In cammino”; Lina Ibba – ambulatorio polispecialistico della Caritas diocesana di Cagliari sul tema “L’attività sanitaria nell’ambulatorio della Caritas diocesana in dieci anni di esperienza”; Luciana Serventi – ambulatorio polispecialistico della Caritas diocesana di Cagliari sul tema “ Storie e testimonianze vissute nelle visite ginecologiche”; Roberto Cavallini – ambulatorio polispecialistico della Caritas diocesana di Cagliari sul tema “Esperienze dei medici pediatri”; Ninni Ortu, ambulatorio polispecialistico della Caritas diocesana di Cagliari sul tema “Esperienze ambulatorio odontoiatrico”.

Alle 17 nel Teatro Sant’Eulalia (vico del Collegio 2) si svolgerà la Sessione storico culturale: “La scolarizzazione dei bambini rom dalle classi speciali ad oggi” coordinata dallo scrittore Alberto Melis. Dopo i saluti di don Marco Lai direttore Caritas diocesana e di Rubino Sulejmanovic, rappresentante della comunità rom di Cagliari, interverranno Giorgio Bezzecchi -Opera Nomadi; Maurizio Pagani Opera Nomadi; Teresa Sulejmanovic, rappresentante comunità rom di Selargius sul tema “Esperienze nell’area metropolitana di Cagliari”.

Durante la sessione ci sarà la consegna delle borse di studio a cura della Fondazione Anna Ruggiu onlus. Alle ore 20 nel Teatro Sant’Eulalia ci sarà la presentazione del libro di Alessio Santino Spinelli “Le verità negate: storia, cultura e tradizioni della popolazione romanì”; a seguire, il Seminario concerto Romano drom: “La lunga strada dei Rom dall’India all’Europa” a cura di Alexian group.

Share