Rapporto su povertà ed esclusione sociale in Sardegna

Rapporti povertàLa Sardegna ha aderito formalmente al Progetto Rete Nazionale della Caritas Italiana verso la fine del 2004, pur sussistendo, già da qualche tempo, una rete più o meno coordinata dei Centri di Ascolto e degli Osservatori delle Povertà e delle Risorse.

La formazione di un buon numero di operatori qualificati nel corso del 2005, la costituzione di uno Staff regionale del progetto rete, l’adozione pressoché unanime del software denominato OsPo3 (oggi “Ospoweb”, utilizzando una piattaforma online) in ciascuna Caritas diocesana e l’avvio del rilevamento sistematico di alcuni macro-dati (riguardanti il profilo socio-anagrafico e i bisogni delle persone, le loro richieste e gli interventi posti in essere), secondo un protocollo di lavoro condiviso a livello nazionale, hanno consentito di costruire e rafforzare la Rete Caritas della Sardegna e di favorire la pubblicazione periodica di un Rapporto su povertà ed esclusione sociale in Sardegna.

I Rapporti pubblicati in volume sono quattro:

Ciascun volume, oltre a contenere i dati dei Centri di ascolto delle Caritas  e un’ampia trattazione socio-pastorale sulle povertà in Sardegna, include un approfondimento di tipo qualitativo su una particolare problematica rilevata come più frequente o emergente. Il volume dal titolo “Povertà, impoverimento e misure di contrasto del disagio…”, ad esempio, contiene un’innovativa indagine sulla percezione dell’efficacia di alcune misure anti-crisi adottate dal governo nazionale.
 


Ogni anno il Servizio Studi e Ricerche pubblica, in occasione di una conferenza stampa, il Report su povertà ed esclusione sociale dall’osservazione delle Caritas della Sardegna, contenente la sintesi dei principali dati dei Centri di ascolto di tutta la regione. A seguire i link per consultare gli ultimi due Report pubblicati nel 2017 e nel 2018:

 



Per ulteriori informazioni
Dott. Raffaele Callia
Responsabile del Servizio Studi e Ricerche

 

Share