Case di accoglienza, Dormitori, Mense, Ostelli ed altre opere segno

Opere segnoOgni giorno la Caritas si fa prossima. Accoglie chiunque si trovi in difficoltà; ascolta, accompagna e orienta le persone e le famiglie che hanno bisogno di aiuto, impegnandosi a promuovere la loro dignità ed autonomia. Lo fa con uno stile semplice di servizio, non facendo mancare quell’attenzione alla prevalente funzione pedagogica affidatale dallo statuto

La valenza educativa è, per la Caritas, connatura con la “pedagogia dei fatti”. Per tale ragione l’azione di accoglienza e poi di ascolto, osservazione e discernimento è strettamente legata alla promozione di significative “opere segno”, vale a dire di “servizi” che sappiano indicare una presenza, un luogo di condivisione e un segno educativo per la comunità e per ogni persona.

Sono numerose le “opere segno” attivate nel corso degli anni dalle Caritas della Sardegna. Accanto alla rete dei Centri di ascolto, generalmente il primo luogo di incontro e relazione fra la Caritas e le persone che chiedono aiuto, sono sorti e via via si sono moltiplicati diversi servizi, a cominciare da quelli  a “bassa soglia”, di facile accesso e di primissimo intervento (mense, dormitori, ostelli, case di prima accoglienza, ecc.), integrati da servizi specialistici, differenziati a seconda della tipologia del bisogno e oramai presenti in diverse realtà (servizi legali, sanitari, di mediazione linguistico-culturale, di consulenza psicosociale, di sostegno economico, ecc.).

Per conoscere nel dettaglio le “opere segno” attive nel territorio è opportuno contattare direttamente la Caritas diocesana di riferimento

Share